L’orata al forno con patate e pomodorini per dimostrare che “U pisci ru Mari è destinatu cu si l’avi a manciari”!!

Home / Secondi di Pesce / L’orata al forno con patate e pomodorini per dimostrare che “U pisci ru Mari è destinatu cu si l’avi a manciari”!!

Ieri ho preparato questa orata al forno con patate e pomodorini, una ricetta che amiamo moltissimo io e Gp, e spesso non siamo i soli a mangiarla!

Non so voi. Io ho questa informazione autorevole riguardo al Pesce: Il pesce di mare è destinato a chi se lo deve mangiare. Questo meraviglioso detto l’ho ascoltato tantissime volte a casa mia, ogni volta cioè che la mia mammina comprava del pesce e succedeva qualcosa che le modificava sotto il naso le carte in tavola, o più precisamente i commensali in tavola. Già, perché mia mamma sostiene, e a ragion veduta, dato che gliel’ha insegnato il suo papà, che “u pisci ru mari è destinatu cu si l’avi a manciari!!

Chi avrà mangiato questa orata al forno con patate?

In effetti questa cosa l’ho sperimentata anche io… Capita delle volte che compro del pesce e poi magicamente si aggiungono degli amici a pranzo (come qualche sabato fa, vero Lù?), oppure che l’avevo comprato per fare una cenetta con amici e poi salta tutto e io e Gp ce ne pappaiamo doppia razione. Quindi il mio consiglio spassionato è: quando amate avere tutto sotto controllo evitate di fare pesce per una cena con amici ;-)… se invece state cercando di abbandonarvi alla meravigliosità della vita, non ascoltate questo consiglio e vedete cosa succede quando organizzate una meravigliosa cenetta di pesce con amici..

Mio nonno non l’ho mai conosciuto… Ho alcune informazioni al riguardo però, una è che io assomiglio a lui, almeno, questo è quello che mi diceva la mia mamma durante la mia adolescenza quando ero magraaaaaaaa ma maaaagraaaaa.

Mia mamma mi diceva infatti che avevo preso dal nonno che era alto e slanciato… sullo slanciato potrebbe pure essere, certo che però uno slancio da un metro e sessanta mi lascia un po’ perplessa…

E poi so di lui che amava profondamente il pesce, e che questo amore era di famiglia, tanto è vero che i suoi fratelli erano dei Pescatori di Porto Empedocle.

Il pesce quindi a casa mia geneticamente si rispetta proprio! Ed ogni volta che compro del pesce e lo friggo, penso a lui, ed è come se mi dicesse che il pesce si infarina nella farina gialla e lo si frigge con molto delicatezza….

Spero quindi che ieri, mentre preparavo con Amore questo pesce nonno Giovanni fosse fiero di me…

Ed ecco cosa ti preparo per cena: la ricetta dell’orata al forno con patate e pomodorini

orata al forno con patate

Orata al forno con patate sedano rapa e pomodorini

Una Orata (la mia era circa 650 g)
3 patate
mezzo sedano rapa
8 pomodorini
la scorza grattugiata di mezzo limone
prezzemolo
timo
olio extra v.
sali particolari
pepe bianco affumicato

La ricetta dell’orata al forno con patate passo passo

Ho pulito l’orata, o meglio ho chiesto al pescivendolo di pulirlo per me, facendomelo anche squamare. Dentro la pancia ho messo qualche chicco di sale grosso (se avete dei sali particolari questo è il momento giusto di usarli!!) una fetta di limone, due rametti di timo e qualche fogliolina di prezzemolo.

Ho messo un foglio di carta da forno su una teglia, e gli ho messo le patate sbucciate lavate asciugate e tagliate a fettine, e anche il sedano rapa che aveva avuto lo stesso trattamento delle patate.

A questo punto ho messo un filo d’olio e aiutandomi con la carta da forno l’ho distribuito bene su tutto (senza sale). infine ho infornato in forno ventilato a 200° per 10 minuti.
Nel frattempo ho tagliato a metà i pomodorini, li ho messi dentro una ciotola, e li ho conditi con prezzemolo e timo tritato, e la scorza del limone grattugiata.
Passati i 10 minuti ho abbassato il forno a 180° ho preso la teglia ho salato il letto di verdure e ho aggiunto il pesce ed i pomodorini, ho cosparso il pesce di sale rosso e buccia grattugiata di limone e l’ho spennellato con un filo d’olio, e ho rimesso in forno per altri 20/25 minuti (dipende dalla dimensione del pesce)
prima di servire io ho fatto una foto, voi però se non avete questa esigenza mangiatelo subitissimo 🙂

SalvaSalva

SalvaSalva

Ricette attinenti
Visualizzo 10 commenti
  • Aretusa

    Anche la mia nonnina lo dice sempre… Mi hai fatta emozionare!
    Aretusa
    http://petitepoohmonamour.blogspot.com/

  • Nepitella

    bella l’dea dell’aggiunta del sedanp rapa non ci avevo mai pensato 🙂 Un abbraccio

  • Nepitella

    ehm! volevo dire sedano… 🙂

  • Saretta

    Altra prova che io il mare e la siclia ce l’ho dentro!
    Vivi, non sai che nostalgia ho della tua terra natìa!
    Beh, mo’ mi concentro su questo bel pescione(mi iace l’aggiunta del sedano rapa!)
    baciotti

  • simmy

    IO CI SONO STATA IN VACANZ E MI è RIMASTO NEL CUORE

  • Viviana B.

    Io sono convinta che quella magnifica orata se l’è assaggiata un po’ pure il tuo nonno. Un abbraccio

  • euge

    Uno splendore! Da fare anche con pesci di grossa taglia. E poi l’idea del sedano rapa è carinissima.
    Grazie!

  • Mario Aprea

    L’ho sempre fatto cosi il pesce al forno, solo che non avevo mai usato il sedano rapa, che sapore ha? Si può usare anche solo con le patate al forno?

  • Laura

    Questa ricetta e’favolosa! E io adoro il tuo blog!
    [email protected]

  • Anonymous

    la faccio spesso ma senza mai averci messo la scorza di limone, buona idea tesoro:)
    giulia

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Viviana in incognito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: