Crema Catalana: la ricetta originale

Home / Dolci al cucchiaio / Crema Catalana: la ricetta originale

crema catalana

Cannello o Fiamma Ossidrica?

La Crema Catalana è uno dei dolci che preparo più spesso, perché è veloce, il frigo lavora per me, a Gp piace assai, chiunque l’assaggi l’adora, la preparo spesso se a cena ho qualche amico celiaco, e poi… vuoi mettere l’effetto scenico di sfoderare la fiamma ossidrica a tavola???
Già Già, perché io non uso il cannello, quello super chic del ristorante, e no! Io uso la mini fiamma ossidrica comprata in ferramenta, che se la trovate in offerta spendete anche meno di 10€.

La dritta mi è arrivata partecipando ad un corso di cucina, in cui ho scoperto che il gas è lo stesso usato nel cannello e così, mentre tutti ascoltavamo attenti la lezione, io in più saltellavo di gioia perché sapevo di avere la mini fiamma ossidrica a casa, dato che Gp l’aveva comprata per fare il suo orto :-). Siccome è mini, e a dire il vero va con le micro bombolette da campeggio, non serve neppure usare gli occhiali per proteggersi… peccato perché una scena alla Flash Dance a tavola avrebbe reso la Crema Catalana ancora più affascinante!!!

L’accoppiata Grill / Crema Catalana io però ve la sconsiglio…

Se non avete né il cannello né la mini fiamma ossidrica alla flash Dance, potreste avventurarvi lo stesso nella preparazione della Crema Catalana, dato che la letteratura in materia consiglia di accendere il grill del forno al massimo e mettere le ciotoline dentro, fino a doratura. La controindicazione di questo metodo è che, oltre a lasciare totalmente delusi i vostri ospiti, senza gli effetti speciali della bruciatura della crema Catalana davanti ai loro occhi, toglierete alla Crema anche la sua caratteristica fondamentale, ovvero il caldo/freddo che la caratterizza.

La Ricetta Originale della Crema Catalana e il mio trucchetto per renderla strepitosa!

La ricetta originale della Crema Catalana è con solo il latte. La ricetta parte dalla crema pasticcera, aromatizzata con limone e cannella, raffreddata e poi bruciata con lo zucchero. Facile facile :-).
Partecipando ad un corso di pasticceria, una bravissima Chef Pasticcera, mi lanciò velocemente la ricetta della Crema Catalana, consigliandomi di fare metà latte e metà panna. Da allora devo ammettere che io la faccio solo così, perché ha una cremosità che per me è favolosa, ciò però non toglie che la Crema Catalana The Original nasca con solo il latte!
Potete aromatizzarla con quello che volete, con l’arancia è favolosa ad esempio; io alla cannella, che non amo particolarmente, preferisco la vaniglia… Tra i commenti, mi viene suggerito di provare la crema catalana aromatizzandola con Zafferano e noce moscata, cosa che proverò al più presto!

In realtà tutti questi profumi vengono usati per stordire naso e papille gustative in modo da non avvertire l’odorino che inevitabilmente può presentarsi in un dolce a base di uova… ma noi abbiamo il trucco vero??? Ve lo ricordate il segreto della spelatura delle uova? Qui il video!!!

Ed ecco Cosa ti preparo per Cena: la ricetta della Crema Catalana

 

crema catalana super

crema catalana buonissima
5 da 6 voti
Stampa

Crema Catalana

Ingredienti

  • x 6 ciotoline
  • 500 ml di latte fresco intero (oppure come preferisco io, metà latte e metà panna liquida)
  • 4 tuorli
  • 70 g di zucchero di canna + alcuni cucchiai per bruciarlo
  • 25 g di maizena amido di mais
  • la scorza di mezzo limone BIO e una stecca di cannella o mezzo baccello di vaniglia
  • pizzico un di cannella e di zafferano in polvere

La ricetta passo passo

  1. Mettere due dita di latte dentro un bicchiere e sciogliere la maizena.
  2. Scaldare il resto del latte, la buccia grattugiata del limone e la cannella (o la vaniglia con il baccello inciso nel senso della lunghezza) a fuoco medio-basso.
  3. Nel frattempo spelare i tuorli (se ti stai chiedendo cosa vuol dire, guarda sopra la ricetta il video della spelatura delle uova, essenziale per togliere l'odore di uovo dai dolci!) e lavorarli abbondantemente con lo zucchero fino a renderli cremosi.
  4. Aggiungere il latte con la maizena e mescolare molto bene fino ad amalgamare bene i due composti.
  5. Passandolo per un colino aggiungere il latte (che nel frattempo sarà al primo bollore), mescolare bene, riversare il tutto dentro una pentola e riportare sul fuoco.
  6. Portare a bollore e contare 3 minuti mescolando continuamente.
  7. Spegnere il fuoco, trasferire il composto nelle varie ciotoline e poi in frigo.
  8. Lasciar addensare qualche ora (almeno 6 ore, poi in frigo si conservano anche 3 giorni).
  9. Prima di servire, spolverare la superficie delle ciotoline con dello zucchero e bruciare le vostre Creme Catalane con la mini fiamma ossidrica :-). Bruciate mantenendo la fiamma obliqua, e calibrando la distanza.

Note

Servite solo quando lo zucchero sarà diventato una crosticina, per evitare che qualche golosone la mangi troppo presto...
Come scritto nel Post, la Crema Catalana nasce come una crema pasticcera cotta, quindi nella sua ricetta originale andrebbe solo il latte.

SalvaSalva

SalvaSalva

Ricette attinenti
Visualizzo 13 commenti
  • Ro

    Ogni volta mi ripropongo di provarla ma non l’ho ancora mai preparata in casa anche per il fatto di non avere il cannello. Dopo la tua dritta sul ferramenta ed il tuo post così dettagliato, però, mi sa che non passerà ancora troppo tempo 😉

  • Luisa

    Ciao,noi napoletani non abbiamo questa cultura di preparare la crema catalana;mi hai incuriosita molto la tua ricetta e come l’hai descritta ,la proverò’ sicuramente.Interessante la tecnica dell’uovo,la fiamma ,bello questo post,come tutti i precedenti.Luisa

    • Viviana Dal Pozzo

      Grazie Luisa, fammi sapere quando la fai, e come ti sembra la tecnica zero odore 🙂

  • [email protected]

    L’adoro! Non sapevo della spellatura dei tuorli. Da provare.

    • Viviana Dal Pozzo

      è una figata, ed in ricette come questa fa davvero la differenz! un baciooooo

  • Alessia

    ciao! la faccio spesso anch’io… piccolo segretuccio carpito a un catalano vero: aggiungi un pizzico di zafferano e noce moscata. Queste le spezie “originali” 🙂

  • Marina

    Ciao, che fame! Vorrei tanto provarla!

  • Serena

    beh io ho il cannello perchè amo le attrezzature da cucina ma devo dire che con la fiamma ossidrica l’effetto è identico

  • Daniela

    Devo provarla con la ricetta originale allora!

  • Lisa Fregosi

    Fantastica!!! la spelatura dell’uovo non la conoscevo!

  • Giada

    Io adoro la crema catalana! ( Dopo il tiramisù )

  • IlmondodiChri

    Ma che buona!!!

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

tagliatelle con indiviacarciofi ripieni
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: