Home » Pane » Il pane alle patate per festeggiare la terza giornata mondiale del Pane

Il pane alle patate per festeggiare la terza giornata mondiale del Pane

Le iniziative di Zorra mi piacciono tutte, ce n’è poi una in particolare che proprio adoro, ed è quella di oggi!! Sì, evviva!! Oggi è la giornata mondiale del Pane 🙂 !!
Ma quanto è buono il Pane? Che poi, oltre ad essere buono è anche magico perché è sempre capace di stupirti con le sue mille sfaccettature! Ovunque vai infatti, c’è un tipo di pane diverso, con un sapore diverso e un profumo diverso, nonostante gli ingredienti alla fine siano sempre gli stessi, farina, acqua e lievito…
Questa magia ha però una conseguenza, e cioè che: se sei a Verona, sarà impossibile per te poter mangiare il pane che si sforna a Palermo… fatto che poi comporta, nello specifico, il far passare il pane di Palermo dal metal detector dell’aeroporto ogni volta che la tua mammina o la tua sorellina ti vengono a trovare 🙂

Per onorare la splendida iniziativa di Zorra, arrivata alla sua terza edizione, è quindi da un po’ che penso al tipo di pane da dedicarle…
…Davvero non sapete già cos’abbia scelto?
……Ne siete proprio sicuri sicuri???

Io, Viviana, capace di stonarvi con mille post sempre sullo stesso ingrediente… che altro pane potevo fare se non il…………………………. PANE ALLA PA-TA-TA?????

Pane alla patate

Panini alla Patata
400 g di farina 00
100 g di farina Manitoba
250 g di patate farinose
Acqua tiepida (poca, en avrò usata circa 50 ml)
7 g di lievito disidratato
Un cucchiaino colmo di sale

un cucchiaino di zucchero
un cucchiaino di malto (circa 5 g)
un uovo e un goccio d’olio

Ho cotto le patate al vapore dopo averle tagliate a pezzetti (è stato necessario per cuocerle velocemente, ma voi potete lessarle intere, oppure cuocerle al cartoccio in forno, tenete presente però che dal metodo di cottura delle patate dipenderà la quantità d’acqua da aggiungere all’impasto) e le ho passate con lo schiacciapatate. Ho mischiato le farine al lievito e al malto (il malto dev’essere sempre lo 0,2 – 1% del peso della farina) ho aggiunto le patate e ho iniziato ad impastare (con il robot a velocità massima), aggiungendo a poco a poco dell’acqua tiepida e per ultimo il sale. Quando si è creata una bella palla (l’impasto sarà sempre un pochino appiccicoso) l’ho lavorata a mano su una spianatoia, l’ho infarinata e l’ho messa su una ciotola, ricoperta da uno strofinaccio umido,e l’ho messo in forno spento, preriscaldato a 50°. Dopo un’ora ho diviso la pasta, facendo varie palline che ho messo ben distanziate sulla leccarda del forno, su un foglio di carta da forno. Ho lasciato lievitaer ancora una mezzoretta, e nel frattempo ho acceso il forno. Ho spennellato i panini con un tuorlo battuto con un filo d’olio e un dito d’acqua e ho infornato in forno caldo a 200° per una mezz’oretta e comunque fino a quando non saranno ben dorati.

In realtà metà con metà dell’impasto ho creato questi panini rustici alla patata,

Panini rustici alle patate

Panini rustici alla patata

Mezza dose dell’impasto
100 g di provola dolce
Un ciuffetto di rosmarino tritato
Una vaschetta di pancetta affumicata

Ho ridotto il formaggio a dadini e l’ho unito all’impasto insieme alla pancetta e al rosmarino tritato. Ho formato le palline, cercando di non far sporgere i pezzettini di formaggio. Ho spennellato con l’emulsione di olio tuorlo e acqua e ho infornato tutto insieme.

Buona giornata mondiale del pane a tutti 🙂
3rd World Bread Day hosted by 1x umruehren bitte aka kochtopf

47 commenti su “Il pane alle patate per festeggiare la terza giornata mondiale del Pane”

  1. bbboni tutti e due. che dici se al posto delle patate uso i fiocchi? li ho in barattolo e non so che farmene… le proporzioni quali potrebbero essere secondo te? un bacione

  2. come hai ragione..le mille forme e i mille sapori del pane…che splendore di panini in entrambe le versioni!…ma tu mi perdoni vero se io appena scrivi alla patata equivoco e inizio a ridere….il tuo sembra un inno di liberazione alla

    patata! 😉

  3. Bbbbbuooooniiiiii!!! Tutti e due, eh, ma quelli alla rustica devono essere proprio una squisitezza!
    GNAAAM!
    Me ne mangerei molto volentieri uno adesso, per merenda…
    Ah, come promesso ho fatto il MeMe, eh!
    Un bacione, tesora mia!

  4. …prima ancora di vedere la ricetta sapevo che era a base di patate! chissà perchè eh?
    ti abbraccio…

    Sere – cucinailoveyou.com

  5. ahahahahah,
    mi facisti moriri,
    immagino tua sorella che oltre al decoltè 11 cm debba far passare il pane di paleMMo al metal detector , duciazza, tu e solo tu avevi il diritto di realizzare il pane alla patata ;D
    mano a diLLo ti sbaciucchio, staera tango?
    ****
    cla

  6. A quanto pare sono l’unica a non sapere dell’esistenza di questa iniziativa: bene…grrrrr
    Adesso vi toccherà, una per una, farmi assaggiare i vostri tipi di pane, tiè:D

    Te l’ho già detto che adoro la tua predilezione per le patate?;-)

  7. Mmmmm… da provare sicuramente…
    Sei troppo brava!!!

    E poi ami gli ingredienti che amo io… tipo il gorgonzola dell’ultimo post.

    Anche solo leggerti fa ingrassare…

    Un abbraccio mentre ti auguro… tutto!!!

  8. che pagnottella mhhhhhhhhhhhh…..
    e che ci mettiamo nel bel mezzo?? Mammamia io ci metterei quel gorgonzola li’ sotto che ne dici…??? Troppo?? ma chi se ne fregaaaaaaaaaaaaaaaaaaa
    ciao sciop

  9. Carisima Vivi,
    il tuo pane alla patata è bellissimo e, sono sicura, anche buonissimo, anh’io, come te, adoro le patate e il gorgonzola con il quale faccio un risotto con radicchio e vino rosso golgosissimo, roba invernale però …
    baci
    dida

  10. Il pane alle patate mi manca! Ho provato a fare una volta una specie di focaccia alle patate ed è venuta una ciofeca tremenda (beh, era una ricetta di un cuoco tedesco ahahahah). Da te so che vado sul sicuro! Un bacione
    Alex

  11. Vivi se continui così togli il lavoro a rokko siffredi.
    io vado in cucina a lessare le patate
    rispondo io a barbara posso?
    il malto lo trovi al naturasi o in un negozio di gastronomia ben fornito.

  12. Io è da un po’ che non panifico… Le tue pagnottine sono talmente belle che quasi quasi mi fanno tornare la voglia di preparare il pane! Non oso immaginare cosa siano con due belle fette di speck!
    Bacioni e buon fine settimana

  13. eh no.. sono colpi molto bassi questi. Ad altezza stomaco!!! ahhahahahah buoniiiiiii
    Dai, che oggi, se riesco provo a farli. Posso anche se la giornata dl pane era ieri??? grande viviiiii

    Baci

  14. *giorgia sincerametne ho sempre visto le patate vere nel pane alle patate e non ho idea delle proporzioni… coi fiocchi perchè non prepari un purè e poi fai i fiocchettini da mettere al forno? un baciooo

    *Cuochetta leggo le varie sventure 🙁 piccola angioletta!!! ricarica ricaricaaa 😀 smackk

    *Fra se poi li farcisci appena tiepidine come ho fatto io divetnan da commozione 😀 smaaackkk

    *Micaela :)) sìììì oggi è la giornata mondiale del pane (cioè, in realtà ieri lo era hi hi hi)

    *saretta a casa nostra sicuramente ah ahahah ha smmmackkkkkk

    *manu e silvia erano buonissimi entrambi! la cosa bella è che si possono fare tutti e due e si continuano a mangiare per capire cosa ci piace di più ah ah ah a smack

    *Lo ah ah ahha ha ha ha ha ha 😛

    *viviiiiiiii in questi due giorni ho fatto sempre merendina con questi perchè li ho congelati :))) smaaackkkkkk
    arrivo a leggereeee

    *sere ah ah ah ahah ah tu sì che mi conosci! ah ahah smaaackkkk

    *val ah ah ahhah con un bel bicchiere di vino e arriviamo alla perfezione! smackkk

    *Cla ah ahah :***************** abbiamo bailato alla grande ieri sera… quest’anno corso per intermedi e sta diventando davvero bellloooooo eprchè facciamo un sacco di passi tutti incastrati tra loro ! evvivaaa smaaackkk

    *sweet nooooo :8 mi dispiaceeee!! beh,, però infatti adesso hai una quantità di ricette da provare! anche io ne ho già raccolte tantissime :***

    *Barbara ti ha risposto anche Enza, aggiungo anche il Plurimix, dove l’ho comprato io.. se però non lo trovi (costa poco, tipo 250 g 1,5€ e ne usi sempre un cucchiaino) puoi sostituirlo con un cucchaiino di miele 🙂 (me l’ha insegnato Lory ) un bacio

    *kaishe quel gorgonzola era spettacolare… questi panini sono leggeri, almeno nella versione scondita 🙂 non c’è neppure l’olio 😀 giuro che sono facili da fare, e te lo assicuro perchè io con i lievitati faccio sempre dei pasticci incredibili… smaaackkkk

    *sciopina sììì sììììììììì sìììììììììììììììììììììììì!!!! ma sai che una pagnottella l’ho fatta con dentro dei pezzetti di gorgonzola stagionato (quello senza il mascarpone) erano diviniiiii pure così 😀
    un bacione

    *dida uaooooooooooo aspetto con ansia il tuo post per la ricetta!! 😀 smaaackkkk

    *alex tesoro!! se ti piace l’idea provalo davvero… aspetta, ricordo di aver aggiunto un cucchiaino di zucchero anche… lo aggiungo tra gli ingredienti. mi è lievitato tantissimo ed era incredibilmente sofficeee 😀

    *Enza ah ah ah ah ah un bacione grandissimooooooo

    *camomilla o mamma.. hai ragione.. con dello speck dentro o mamma.. vado a rifarleeeee ah ah ahha smackkk

  15. @vivi: mmmhh, dovrei fare il purè, che ha solo patate, con i fiocchi? naaa, meglio il pane, ci sono gli altri ingredienti a mascherare. non so perchè stiano nella mia dispensa quei fiocchetti…

  16. Io mi butto direttamente sui panini rusticiiiiiiii!!!!! :)))

    Bellissimi!!! E la patata nei lievitati ci sta benissimo, non per niente la focaccia barese ha la patata dentro 🙂

    Un bacio!

  17. no pane…dopo una giornata di lavoro e tre ore di lezioni private… mi sento a pezzi. Non ce l’ho la forza di impastare. A parte che volevo chiederti: ma il malto qui lo trovo secondo te?

  18. Ciao Vivi ..che bontà!
    guardacaso ho postato anche io un crostino con alghe con un pane al kamut appena sfornato!!
    inutile dirti che ti aspetto allo stage/milonga con Zotto il 1 e 2 novembre a rimini!!!!
    fammi sapere dolce Vivi…
    ciaooo

  19. Beh, grazie Viviana ed Enza… purtroppo non so’ dove trovare il negozio naturasi, non so’ se esiste a Roma o Viterbo (io abito proprio a metà delle due città), comunque sapevo del trucchetto del miele, semmai provo così.
    Baci, buon WE e grazie ancora.
    bab

  20. ciccia…vi invidio, siete tutti a sfornar pane e io non ne sono capace e non ne ho nemmeno tutta questa voglia… il pane del sud è il pane del sud, io quando vado in viaggio lo trovo irrimediabilmente sciapo, il nostro invece è salaticcio, presente 😉
    ma senti una cosa…leggendo il tuo post mi è come balenata una curiosità…. sapevo che eri a Verona, ma non mi ero mai chiesta come ci fossi capitata….ecco….ora me lo chiedo…. che ci fa una palemmitana a velona? una palemmitana che poi sforna sempre cibo cinciaolin???? :)))))

  21. io adoro il pane con le patate! a lucca cioè in montagna (in garfagnana)è di tadizione insieme al pane nero e io ne vado pazza! quindi bella scelta e sopratttutta bella coerenza hihi

  22. ciao: molto bello questo pane.
    Devo porti pero’ alcune domande per poterlo realizzare.
    7 g di lievito disidratato a quanto potrebbero equivale con lievito di birra? io non ho mai usato lievito in polvere, quindi non so in che termini possano essere equivalenti.
    Seconda domanda: quanto dura questo tipo di pane?
    Grazie per le risposte che vorrai darmi.
    A presto.
    Cinzia

  23. * cinzia Ciao!! 🙂 ti rispondo sul lievito: io ho usato il lievito di birra disidratato della paneangeli, mi trovo bene perchè è a lunga scadenza, dato che i panetti ogni volta che mi ricordo di averli in frigo li apro ed hanno già la muffa 🙁
    i 7 grammi di quel lievito corrispondono ad un panetto.
    parte dei panini li ho divorati ancora caldi, mentre gli altri li ho congelati. scongelati poi tornano fantastici!
    un bacio

    *tutti, tesori miei, scusate se non vi rispondo singolarmente… spero di avere un pochino più di tempo per poter venire a fare un giro nei vostri blog eprchè iniziate proprio a mancarmi!un baciooooneeee

  24. viviana, il pane sta lievitando 😀
    ho usato la semola al posto della farina bianca (se mi seguirai un po’, scoprirai che la preferisco ormai). Vedremo fra un’oretta il risultato 😉
    Ho messo 15 g di lievito di birra e il pane sta lievitando gia’ da un’oretta.

  25. :))) sono contentissimaaa!! anche io avrei messo 15 g di lievito, perchè la mia amica Lory mi ha un po’ spiegato le proporzioni della farina con il lievito di birra, ma non avendolo provato personalmente ti ho detto cosa c’è scritto nella confezione del lievito disidratato…
    proverò anche io con i tuoi consigli…
    un bacione grande!

  26. anche a te! e grazie sempre per la ricetta (ti ricordo che tu sei stata anche la mia ispiratrice per una delle due versioni di pasta triglia e finocchietto 😀 ritieniti responsabile di questo! ahahah Gli amici che l’hanno assagiata la richiedono spesso)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto