Sarde alla Ghiotta Antica

Home / Secondi di Pesce / Sarde alla Ghiotta Antica

sarde alla ghiotta

Ieri per me cucinare è stato più emozionante del solito.

Avevo comprato delle sarde, perché in questo periodo sono buonissime, e perché avevo voglia di farle ripiene, in padella, o al forno, in realtà non avevo le idee ancora molto chiare del piatto che volevo cucinare, e così ho preso il mio amatissimo libro di cucina siciliana e sfogliandolo ho trovato la ricetta delle Sarde alla Ghiotta.

Chiamare un piatto “alla Ghiotta” per me è un colpo basso. Mi autodefinisco una ghiotta, e così mi sento immediatamente chiamata in causa, cioè ecco.. devo cucinarlo subito.

Ma questa volta, oltre che per il nome, la ricetta in questione mi ha affascinata per altro…

É una ricetta che proviene da Porticello, che è una frazione di Santa Flavia, un paese vicino Palermo.

Ed è una ricetta antica, antichissima, una ricetta del 1600.

Ieri mentre cucinavo mi sentivo autentica, tradizionale, semplice e raffinata nello stesso tempo.

I pochi passaggi che servivano per la preparazione di questo piatto li ho fatti con una dolcezza profonda, quella che ritrovo nel mio cuore ogni volta che ricordo Palermo, il profumo del gelsomino, il mare d’inverno, il vento forte, l’aria fresca di sera che ti ricorda che non è più estate, il rumore dei motorini, le gelaterie piene di gente ad ogni stagione, il profumo delle panelle appena fritte, Monte Pellegrino sempre lì che mi custodisce, e la mia mamma, che ha sempre cucinato piatti fantastici con me accanto, incantata nell’osservarla.

Sarò sincera… Sono arrivata alla conclusione che i Ghiotti del 1600 sono uguali ai Ghiotti di oggi.

Gp ed io ne siamo al prova.

Ed ecco cosa ti preparo per cena: la ricetta delle sarde alla ghiotta antica

 

sarde alla ghiotta antica

Sarde alla Ghiotta Antica

500 g di sarde

mezza cipolla grossa

mezza bustina di zafferano

olio extra v.

sale e pepe

Tagliare a fette la cipolla e stufarla con un bicchiere d’acqua, appena si sarà asciugato aggiungere due giri d’olio e farla soffriggere a fuoco dolce.

Pulire le sarde togliendo la testa, le interiora e la lisca, richiudetele e asciugatele.

Quando la cipolla sarà soffritta aggiungere mezzo bicchiere d’acqua tiepida in cui si sarà sciolto lo zafferano.

Togliere dal fuoco, sistemare le sarde nella padella, rimettere sul fuoco a fiamma molto bassa, condire con sale e pepe e appena riprende il bollore, chiudere il coperchio spegnere e lasciar riposare 5 minuti.

Servire immediatamente.

 

sarde alla ghiotta antica ricetta

SalvaSalva

SalvaSalva

Ricette attinenti
Commenti
  • Viviana Dal Pozzo

    Purtroppo per un errore ho cancellato tutti i vostri commenti, vi chiedo scusa…
    li conservo tra le mail e nel cuore 🙂

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

risotto maculato pere e formaggiocosa ti preparo per cena restilyng
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: