Home » Cucina thai » Curry di Zucca e Tofu… senza Curry

Curry di Zucca e Tofu… senza Curry

Curry di Zucca

 Al Fuooooocoooo!!

Dalla mia terza gravidanza ho ricevuto in regalo l’Amore per il piccante.
Ormai anche una semplice pasta al sugo la trasformo in una pasta all’arrabbiata… Gioele al momento pare apprezzare il mio latte anche nella versione Spicy e se limito il consumo di peperoncino è proprio per lui…
Fino a poco tempo fa, invece, non riuscivo proprio a mangiare le pietanze piccanti… In un nostro viaggio in Olanda ad esempio, io e Gp abbiamo mangiato in un ristorante Thai (misteriosamente, trovare un ristorante di cucina tipica olandese, è stata un’impresa che non ci è riuscita….) e da li sono uscita con le lacrime agli occhi, un po’ perché sono rimasta digiuna, un po’ perché qualsiasi cosa assaggiassi mi faceva scendere le lacrime per quanto fosse infuocata… chissà oggi come andrebbe.
Tutto questo preambolo per presentarvi questo Curry di zucca. Vegetariano, ma cosa dico vegetariano… Vegano addirittura, straripante di Zucca, di Tofu, di latte di cocco e piccante assai…

Ci sono Curry e… Curry!

Il Curry è sì una spezia, o meglio un mix di spezie, indiano solitamente, ed in India si chiama Masala. Contiene varie spezie appunto, tra cui cumino, pepe, peperoncino, curcuma, cannella, chiodi di garofano… e non è molto piccante.
Se ci spostiamo verso la Thailandia e l’Indonesia, invece il Curry diventa tutt’altro, e cioè una zuppa, sempre speziata eheh, in cui quasi sempre c’è il latte di cocco, e che può essere di verdure, di carne, di pesce. Si prepara con la pasta di Curry, e di questa ne esistono molte varianti, tra cui le più famose sono quella rossa e quella verde, il cui colore è dato principalmente dal colore dei peperoncini usati, a cui si aggiunge aglio, zenzero, lemon grass ed altre spezie. Beh ecco… questa pasta è veramente, veramente piccante!!! Nonostante il mio periodo peperoncinoso dimezzo sempre le dosi che trovo nei libri di cucina asiatica e nonostante tutto, preparo sempre qualcosa di estremamente spicy.
Va quindi servito con del riso bianco, che serve per spegnere il fuoco 🙂

Ed ecco Cosa ti preparo per Cena: la ricetta del Curry di Zucca e Tofu

Curry di Zucca e Tofu

400 g di zucca
200 g di tofu del tipo sodo
400 ml di latte di cocco
qualche pomodorino
un giro di olio di semi (se volete usate olio d’oliva molto delicato)
3 cm di zenzero
1 cucchiaino di pasta di curry rossa
qualche stelo di coriandolo fresco
Riso basmati cotto al naturale per servire.

Il curry di Zucca e Tofu passo passo

Ho fatto scaldare l’olio e ho aggiunto la pasta di curry e lo zenzero. Ho aggiunto la zucca tagliata a pezzetti e ho fatto insaporire qualche minuto, ho quindi unito il tofu tagliato a quadratini, il latte di cocco e i pomodorini interi. Ho lasciato cuocere con il coperchio a fiamma dolce fino a cottura della zucca. Ho aggiunto il coriandolo tritato e ho servito.

20 commenti su “Curry di Zucca e Tofu… senza Curry”

  1. Vivi ho scoperto il piccante da poco anch’io!Prima ero quasi intollerante al suo sapore adesso metterei il peperoncino anche nel latte e devo dire che questo curry di zucca mi strapiaceeee!!Un bacione,Imma

  2. Mi ero persa il cambio grafica!
    Io invece sempre adorato il piccante e lo speziato, in gravidanza o in allattamento anche senza problemi! E infatti qui di spezie e curry vari (perchè ogni paese ha un suo curry) abbondiamo, mio marito ha il compito di portarmene ad ogni viaggio 😀
    Bella ricettina!

  3. Anche in Svezia ho avuto difficoltà a trovare un ristorante svedese e la prima sera siamo andati anche noi in un ristorante Thai… Io non amo particolarmente il piccante, anche se da qualche tempo lo tollero di più… ma non è merito della gravidanza 😀

  4. Vivi, caspita, con zucca e ricetta orientaleggiante mi vuoi proprio far venire l’acquolina in bocca! Questa sarebbe stata benissimo in Orientaleggiamo! Proverò di sicuro anche questa tua preparazione visto che, grazie a te, ormai da tempo non ho più paura di cimentarmi dietro ai fornelli! 😉
    Bacioni bacioni!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto