venerdì 27 marzo 2015

Siete Pronti? La #cacciaalleuovakinder sta per iniziare!

Pasquale Kinder nascosto

Uno dei ricordi più dolci della mia infanzia risale a quando ci trasferivamo nella nostra casetta di campagna a Monreale, in estate.

Bastava un piccolo viaggetto in macchina, un po' di canzoncine per far passare quella mezzora di strada e a quel punto gli odori, i sapori, l'aria, i giochi... tutto cambiava!


Qualche sera, prima di andare a dormire, i miei genitori organizzavano per me e per mia sorella, una piccola caccia al tesoro, e così, con una torcia in mano ed un golfino sulle spalle, si usciva in giardino e si andava a cercare se per caso ci fosse nascosto qualche cioccolatino fra i rami dell'albero dei cioccolini. Quei "tesori" trovati sono entrati nel mio cuore di bambina: l'amore dei miei genitori e il divertimento che provavano nel vedere il nostro stupore e la nostra felicità mi accompagnano sempre.



Guardando il film di animazione “Le cinque Leggende” (film che consiglio tantissimo ai bambini di tuuuuuutte le età) ho scoperto che Il Coniglietto di Pasqua fa un po' lo stesso lavoro del mio albero dei cioccolini, si differenzia un tantino da lui solo per due piccoli particolari e cioè la mole di lavoro che ha, dato che nasconde uova di Pasqua per tutti i bambini del mondo e non per due sorelline soltanto, e il giorno in cui lavora, e cioè solo uno all'anno, che sicuramente è una domenica :-).



Ecco i motivi per cui mi piace la nuova iniziativa della Kinder (che di ovetti ne sa qualcosa) che per prima sta portando in Italia la tradizione del Coniglietto di Pasqua e che proprio per il giorno di Pasqua sta organizzando una supermega caccia alle uova a Roma, allo Stadio Terme di Caracalla, a cui siamo tutti invitati.

Inoltre, il 29 Marzo in tre diversi musei italiani (Museo Explora di Roma, museo MUBA di Milano, Città della Scienza di Napoli) sono in programma altre Cacce alle uova Kinder, proprio per far giocare genitori e bambini insieme.


ovetti tra i giochi


Sul sito della Kinder, trovate tantissime idee e spunti che potranno essere utili per organizzare anche a casa una caccia alle uova Kinder di tutto rispetto, e affinché tutto sia perfetto potrete farvi aiutare da Pasquale, il coniglietto blu tutto italiano, che per l'occasione ha creato vari disegni ed indovinelli per far divertire i bimbi di ogni età e che potrete scaricare dal sito dell'iniziativa.

indovinellosoluzione

Come ogni anno, la nonna ha già comprato l'uovo Kinder Gran Sorpresa ai suoi nipotini, anche per Gioele che ancora non ha né denti né voglia di mangiare, quindi immagino già che Mia sarà doppiamente felice quest'anno :-)

cagnolini e ovetti


Le stiamo organizzando anche noi, per la mattina di Pasqua, la #cacciaalleuovaKinder, e in questi giorni stiamo pensando a  degli indovinelli da farle risolvere per trovare i nascondigli, nasconderemo tra i suoi libretti qualche ovetto, disegneremo delle frecce per farla andare in vari punti della casa, e le faremo trovare qualche dolcetto tra i suoi giochi preferiti. Come vedete ho scattato già qualche foto durante le prove generali, in cui tutta la casa si è trasformata in un campo da gioco per la caccia alle uova. Ci sta aiutando Pasquale Kinder, che ha fatto subito amicizia con Azzurro, il coniglietto di casa, uno degli amici preferiti di Mia che già è diventato nostro complice.... far divertire i bambini è uno dei piaceri più grandi di noi genitori.


pasquale e azzurro


Per farle trovare il tesoro penso proprio che aspetterò quando farà un pochino buio, allora le darò una torcia in mano, le metterò un giubbino, ed insieme andremo a cercare in giardino, tra i rami del nostro albero, e insieme scopriremo se anche in questa casa c'è un Albero dei Cioccolini, che per Pasqua si trasforma nell'Albero dei Kinder Gran Sorpresa :-)



Kinder Gran Sorpresa

Post in collaborazione con Kinder

Pin It

martedì 24 marzo 2015

Pollo Ripieno all'Arancia per invitare a cena Lucullo


Pollo Ripieno all'Arancia

Ricordate la pubblicità di qualche (molti) anni fa in cui una bambina esclamava “Mamma mamma guarda, un pollo!!”? Beh ecco, l'espressione di quella bambina l'aveva anche Mietta qualche giorno fa (il giorno della festa del papà per l'esattezza), ovvero quando ho tirato fuori un pollo intero dal frigo e le ho detto: e adesso lo cuciniamo!

Avevo sempre pensato che fare un pollo ripieno fosse qualcosa di molto difficile.

Ed infatti su questo argomento scherzavo sempre con la mia amica Sabrina, dato che lei è una di quelle persone che ti invitano a cena, anche con pochissimo preavviso, ti dicono “ci accomodiamo eh, semmai prendiamo le pizze” così tu arrivi portando magari una bella birra ghiacciata e ti trovi ad una tavolata con seduto accanto Lucullo.
L'ultima volta le ho detto: Sì Sabri, tu dici così e invece poi ci fai trovare una Faraona Ripiena...... e la Faraona Ripiena infatti ci fu. 
In tre ore esatte è riuscita ad andare a comprare una faraona, riempirla, cuocerla, invitare Lucullo e farlo sedere anche questa volta accanto a me, e in questa occasione, al suo cospetto, mi è proprio cascata la mandibola!

Avendo quindi cronometrato che preparare una Faraona ripiena non portasse via più di tre ore, mi sono voluta lanciare nell'impresa e così, avendo a disposizione un bel Pollo Ruspante ho chiamato Sabri e le ho chiesto per filo e per segno la ricetta del ripieno.
Avevo mangiato altre volte dei polli ripieni, ma l'interno aveva spesso albicocche, o prugne, o frutta secca, e a me il dolce salato difficilmente conquista. Nella versione di Sabrina, la presenza della salsiccia bilanciata dall'arancia crea un risultato sfizioso, delicato contro ogni pronostico, e decisamente irresistibile.

Purtroppo non sono riuscita a fare delle foto migliori di queste, perchè il tempo (e la luce) a disposizione era pochissimo, ma ho scattato ugualmente qualche foto, perché secondo me è un'idea molto bella per il pranzo di Pasqua, considerando poi anche il fatto che questa ricetta rientra nella formula magica “minimo sforzo massimo risultato”: solo 15 minuti di preparazione e dopo averlo messo in forno via a ripassare la poesia per la festa del Papà :-)!!!!
Un Ringraziamento speciale va quindi a Sabrina perché oltre ad essere una bravissima cuoca, è anche un'amica generosa, e non soltanto di ricette.

Ed ecco Cosa ti preparo per Cena: la ricetta del Pollo ripieno!



Pollo Ripieno (ma anche Faraona) all'arancia


1 pollo intero
3 salsicce di pollo
2 salsiccette piccole di maiale
2 / 3 arance
1 uovo
100 grammi di pangrattato
qualche stelo di rosmarino
olio extra v.
sale e pepe nero
1 cucchiaino del mio dado
mezzo bicchiere d'acqua


Ho acceso il forno a 180°, statico.
Ho inciso le salsicce e ho tolto il budello, raccogliendo l'interno in una ciotola. Ho aggiunto 1 uovo, il pangrattato e ho salato e pepato. Ho impastato bene questo ripieno in modo che fosse ben amalgamato. Ho tagliato una fetta d'arancia e l'ho messa dentro il pollo, poi l'ho riempito con tutto il ripieno. Con le mani unte di olio ho massaggiato il Pollo, e poi l'ho messo in una teglia leggermente unta. Ho spremuto il succo di due arance e l'ho versato sul pollo, poi ho infornato. Deve cuocere per due ore a 180°.
Ogni mezzora ho controllato la presenza del brodino e con un cucchiaio ho bagnato il pollo. A metà cottura ho aggiunto mezzo bicchiere d'acqua bollente, in cui ho sciolto un cucchiaino del mio dado.
 
Servire caldo, facendo la fatidica domanda: “Petto o Coscia” e accompagnando la risposta ricevuta con una parte del ripieno, un po' di brodino ed... un sorrisone carico di soddisfazione :-D 

pollo ripieno all'arancia

Un Ringraziamento ulteriore va anche a Federico, che oltre ad essere un perfetto suddivisore di Faraone, in questi giorni mi sta dando un enorme aiuto, ma di questo ve ne parlerò prossimamente su questi Desktop :)


Pin It

venerdì 20 marzo 2015

Tema: L'acquisto del Carciofo Perfetto...


gnocchi carciofi e ricotta

Da brava palermitana io amo i carciofi e mi piace l'abbinamento con la ricotta.

Appena li vedo arrivare timidi timidi sul banco della verdura sono sempre colta dal raptus di comprarli, poi ricordo le parole della mia mamma e desisto: “non è ancora stagione di Carciofi, costano carissimi e sono duri”. Insieme poi ridevamo sempre perché il nome dei carciofi era sempre scritto diversamente, in base a quanto il venditore volesse italianizzare la parola palermitana “cacuocciolo”. Quindi sui cartoncini di cartapaglia leggevi scritte tipo: cacocciole, cacoccioli, cacuoccioli, carcioffe, carciofe e anche, finalmente, tadaaaan Carciofi, e sotto c'era scritto piiiiccolo piccolo il prezzo “all'uno”.
Già perché i carciofi si comprano a numero, non a peso.

Qualche giorno fa volevo preparare gli gnocchi con i carciofi e la ricotta e passeggiando tra le verdure ho visto un carciofo speciale, varietà Tema, l'ho comprato immediatamente e quindi ecco a voi:

Tema:
Ho comprato un carciofo

Svolgimento:
La mia mamma mi ha sempre insegnato che i carciofi vanno comprati quando è stagione perché altrimenti costano un botto e sono duri come le corna, ma adesso con tutte queste varietà di carciofi che vedo dal fruttivendolo non ci capisco più nulla, e l'unica cosa che faccio per essere certa di acquistare un buon carciofo è il toccarlo all'attaccatura delle foglie, e scegliere quelli più sodi, poi guardo il gambo, e da lì capisco da quanto tempo sono stati raccolti, e poi guardo il prezzo unitario, se è troppo alto non lo compro a prescindere, perché 1,50€ a cacuocciolo mi pare una follia a prescindere.
Usualmente i carciofi non vengono venduti a peso, ma a pezzo e in certi casi questa pratica commerciale può farti fare un affarone, specialmente quando hai voglia di preparare gli gnocchi con i carciofi e la ricotta, e trovi un tema di questa dimensione....




Messaggio per le mie amiche che di certo noteranno che in questa foto non ho abbinato l'ombretto ai miei vestiti e magari si preoccupano: il mezzo chilo di Rimmel (Pupa Vamp tutta la vita) riesco a metterlo sempre, per quello trovo sempre il tempo...sono ancora io :-)!!

Noto che la mia capacità di uscire fuori Tema è sempre la stessa, quindi forse è meglio che mi concentri su quello che mi riesce meglio, vado in cucina e vi preparo un primo da leccarsi i baffi :-)

Ed ecco Cosa ti preparo per Cena: la ricetta degli Gnocchi con Carciofi Ricotta e Noci!



Gnocchi con Carciofi Ricotta e Noci
500 g di Gnocchi di patate
2 carciofi
80 g di ricotta
30 g di parmigiano
10 noci
olio extra v.
sale pepe

o pulito il carciofo, l'ho tagliato a fettine e l'ho saltato in padella con olio e sale, ho aggiunto un mestolo di acqua bollente, ho chiuso col coperchio e ho fatto cuocere 4 minuti.
Ho preso metà dei carciofi e col frullatore ad immersione li ho frullati con la ricotta, il parmigiano, un po' d'olio e mezzo mestolo di acqua bollente, creando così una crema.
Ho cotto gli gnocchi e appena saliti a galla li ho presi con la schiumarola e versati nella pentola con i carciofi a pezzi, ho spadellato qualche istante e poi ho composto il piatto mettendo la crema sulla base, gli gnocchi, le noci ed una spolverata di pepe nero.
Ho messo del prezzemolo a crudo, ma vi consiglio di metterelo nei carciofi in cottura, perché il gusto del prezzemolo crudo era troppo predominante su un piatto dal gusto molto delicato ;-)

e come vedete la mia aiutante è sempre pronta a sistemare i particolari.


Pin It
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...